A Scuola di OpenCoesione: aperto il bando 2022-2023

Aperte fino al 24 ottobre le candidature alla decima edizione del famoso progetto di monitoraggio civico sui progetti della politica di coesione

Il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato il bando A Scuola di OpenCoesione 2022-2023: si tratta di un'opportunità imperdibile per tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado del nostro paese. 

A Scuola di OpenCoesione è l'oramai conosciutissimo progetto di monitoraggio civico che permette alle studentesse e agli studenti di confrontarsi, nel corso dell'anno, con questa nuova dimensione partendo dai progetti finanziati nell'ambito della politica di coesione europea.

ASOC si realizza grazie a numerose collaborazioni e partnership istituzionali: tra queste la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e i centri EUROPE DIRECT sul tuo territorio, il Ministero dell’Istruzione, il Senato della Repubblica, l’Istat, il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, oltre alle regioni partner che contribuiscono a consolidare il numero delle scuole partecipanti sui territori di riferimento. Grazie a questi accordi #ASOC2223 mette a disposizione dei partecipanti due percorsi formativi e il riconoscimento di 25 crediti ai docenti che lo attuano, premi esperienziali per gli studenti che realizzano le migliori ricerche di monitoraggio civico e opportunità di confrontarsi con referenti istituzionali di alto profilo e non solo.

Tutti i materiali didattici che accompagnano il percorso nel corso dell'anno sono disponibili in lingua italiana e inglese. Infatti, a partire dall’anno scolastico 2019-2020, grazie al sostegno della Direzione generale della Politica regionale e urbana (DG REGIO) della Commissione Europea, il progetto è al centro di una sperimentazione internazionale che ha già coinvolto 5 Paesi dell’Unione Europea (Bulgaria, Croazia, Grecia, Portogallo, Spagna).

Le candidature sono aperte fino alle 18:00 di lunedì 24 ottobre 2022.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale in allegato e non esitare a contattare EUROPE DIRECT Firenze. 

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page