Attenzione: possibili truffe sui fondi comunitari

Attenzione alle offerte di chi garantisce l'accesso a finanziamenti UE previo pagamento di somme forfettarie

La possibilità di accedere ai fondi comunitari è evidentemente un argomento che attira molte persone e ciò ha contribuito al diffondersi di soggetti che cercano di fare i soldi a danno di altri, giocando sulla buona fede e sulla non conoscenza della materia.

Partiamo da alcuni concetti base:

  • l'informazione sui fondi comunitari è libera e gratuita
  • ai fondi comunitari si accede solo per bandi
  • solitamente si parla di cofinanziamenti 
  • la retroattività delle sovvenzioni comunitarie non è consentita ai sensi del Regolamento UE 2018/1046 
  • l'attuale programmazione europea dei fondi è per gli anni 2021/2027, il riferimento 2014/2023 non esiste

Queste le premesse per confermare che chi si presenta come consulente in finanziamenti europei per le imprese chiedendo soldi, per l'invio delle credenziali di accesso a un database che consente di richiedere finanziamenti europei a fondo perduto, anche per attività in essere o già concluse, è spesso una persona che sta, probabilmente, cercando di attuare una truffa. 

Queste persone si presentano dicendo di garantire finanziamenti a fondo perduto, anche al 100%, provenienti direttamente dalla Commissione Europea, anche per spese sostenute in passato, e che basta solo fare domanda per ottenerli. 
Da riscontri degli utenti, chi ha pagato poi non ha ricevuto nessun tipo di assistenza e ci ha solo rimesso i soldi. 

Consigliamo dunque a chi venga approcciato in maniera sospetta di:

  • cercare di ottenere informazioni più precise possibile sulla società e sullo specifico programma di finanziamento proposto e fare le opportune verifiche;
  • non pagare le cifre richieste, anche se modeste;
  • segnalare l’accaduto ai Centri Europe Direct (siamo 45 in Italia) o alla Rappresentanza in Italia della Commissione europea, inoltrando eventualmente la documentazione di proposta ricevuta, nei casi più gravi sporgere denuncia alle autorità competenti.

Esistono molte reti istituzionali che danno informazioni gratuite e corrette sull'accesso ai fondi comunitari. Non esitate a contattarci per maggiori informazioni.

Hai trovato interessante questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato
Scroll to top of the page